Il taglio del prato

Il taglio del prato è un’attività importante nella cura e manutenzione degli spazi verdi.
Un taglio regolare del manto erboso aiuta una sua crescita ottimale ed è infatti un’attività da fare durante tutto l’anno, sospendendola solo nei mesi più freddi, da novembre a febbraio.
 
In estate è buona abitudine tagliare il prato ogni 7 - 10 giorni e lasciarlo leggermente più lungo rispetto a quanto viene tenuto durante il corso dell’anno, visto che, con le alte temperature estive, un prato troppo corto può seccarsi e bruciare.
 
Se durante il corso dell’anno infatti un taglio corretto può essere di un’altezza di 4 - 5 cm, in estate, quando il sole è più forte e le precipitazioni sono minori, è meglio aumentare l’altezza fino a 5 - 6 cm.
Il taglio dell’erba non deve asportare più del 30% della lamina fogliare, ecco perché è buona norma non aspettare troppo e effettuare tagli con una certa frequenza.
Per queste operazioni di taglio è preferibile evitare le ore più calde della giornata. 
 
 
Prima di procedere alle operazioni di taglio il prato deve essere asciutto, in caso contrario potrebbe risultare irregolare e poco uniforme.
Di conseguenza è importante programmare con attenzione le operazioni di annaffiatura del prato. Il prato va annaffiato la mattina presto, durante le prime ore della giornata infatti si ha il momento di massimo assorbimento da parte del prato, in questa parte del giorno l’acqua ha anche la funzione di dilavare la rugiada notturna, che potrebbe contenere batteri e causare patologie.
E’ invece sconsigliabile annaffiare il prato di notte, visto che il tasso di umidità sarebbe troppo alto e troppo prolungato, un fattore che potrebbe portare allo sviluppo di funghi.
 
Per le operazioni di taglio è indispensabile utilizzare un tagliaerba; quelli in commercio sono molti, ma le tipologie principali sono tre: quello elicoidale, quello rotativo e quello per il mulching.
 
Qualsiasi sia il tagliaerba è comunque fondamentale che le lame siano sempre perfettamente affilate. Lame poco affilate infatti andrebbero a strappare il filo d’erba, invece che tagliarlo, avendo come risultato un taglio finale irregolare e imperfetto che oltre ad essere antiestetico potrebbe aumentare il secume del manto erboso e favorire l'ingresso di virus e funghi.
 
 
 
 
Cosa fare con l’erba tagliata?
 
Esistono fondamentalmente due procedure per eliminare l’erba tagliata: in alcuni tagliaerba (elicoidali e rotativi) viene raccolta in contenitori o sacchi per poi poter essere smaltita o utilizzata per il compostaggio, Altri tagliaerba invece la tritano e la lasciano cadere direttamente sul prato; questa procedura chiamata mulching.
 
E’ una tecnica relativamente recente, nata negli anni ‘90 in USA. In questo caso l’erba tagliata rilascia al terreno l’umidità contenuta al suo interno, donando ad esso nutrimento e sali minerali.
Il mulching crea poco scarto, fa risparmiare tempo e serve soprattutto all’arricchimento del tessuto erboso, che tramite i residui viene concimato e nutrito.
 
 
E’ una procedura importante, da effettuare solo quando l’erba non è molto alta: farlo in maniera sbagliata può portare al soffocamento del manto, a causa dei troppi residui che si andrebbero a depositare, creando uno strato denominato feltro che impedirebbe la respirazione del terreno.
 
Il taglio mulching deve essere effettuato nei periodi adatti: in autunno le temperature sono troppo basse per consentire una degradazione corretta del residuo e questo può portare a un rischio di marciumi al tappeto erboso.
L’erba che viene poi distribuita sul manto erboso in estate invece si decompone rapidamente.
 
Nella scelta del taglio è importante tenere in considerazione alcuni fattori, tra cui le caratteristiche dello spazio verde, la stagione di taglio, le condizioni climatiche e la varietà di prato seminata.
In alcuni casi infatti è opportuno alternare un taglio “tradizionale” con uno mulching per avere il massimo rendimento.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti, news e articoli interessanti!

Ti potrebbe interessare anche:

Scopri le nostre ultime novità

Scopri le ultime news di E-Gardening

Il Blog I Progetti